Vai a…

Zefiro online

opinioni da Ponente

RSS Feed

Archivi per marzo 2016

La geopolitica del Terrore è una lezione mai imparata

di Sebastiano Caputo fonte: Blog Il Giornale Ora che Bruxelles viene colpita con azioni terroristiche organizzate quanto sanguinose, la storia si ripete e trascina con sé l’opinione pubblica nella spirale delle emozioni. Nonostante gli scorsi attacchi di Parigi il circo politico-mediatico commette gli stessi errori di valutazione: c’è chi continua a cantare il ritornello bellicista del

L’avvertimento della leghista marocchina: “Vi spiego perché le vostre figlie avranno il velo”

di Pietro Senaldi fonte: Libero quotidiano «Allora ti vengo a prendere domani, arrivi con l’ aereo delle velate». Mi scusi, onorevole Sbai, ma chi sono le velate? «Le italiane, mia sorella le chiama così. Quando vado a trovarla a Casablanca mi vede scendere dall’ aereo che arriva da Roma circondata da marocchine immigrate. Sono tutte velate, vestite

Terrorismo. L’europeo tra gessetti e cordoglio liquido per le vittime del Belgio

Fonte: barbadillo.it di Andrea Tremaglia Gli attentati di Bruxelles e Parigi sono attacchi all’Europa: ma siamo sicuri di sentirci veramente sotto attacco, di partecipare davvero a quel dolore? Le reazioni collettive fotocopia a questi due eventi denotano piuttosto una mancanza di reale empatia e la volontà di seppellire la componente tragica sotto valanghe di retorica. La cultura

Profughi e terrorismo, il pericolo infiltrazione

fonte: Nella tana del lupo di Giovanni Giacalone Per diverso tempo alcuni giornali, membri delle istituzioni e analisti hanno sistematicamente ribadito che il rischio d’infiltrazione da parte dei terroristi nel flusso di profughi proveniente da Africa e Medio Oriente era praticamente inesistente e che tale ipotesi non era altro che una strumentalizzazione contro l’accoglienza. Ovviamente chi

Rifiuti tossici nella pianura padana. Più rischi che nella terra dei fuochi

Di Ivan Cuocolo fonte: Napolitan La cosiddetta “terra dei fuochi” è diventata una psicosi collettivo-televisiva, sfruttata dall’imprenditoria tosco-emiliano-padana per strappare alla Campania una consistente fetta di mercato agro-alimentare e turistico. In realtà è tutta l’Italia ad essere inquinata: la pianura padana soprattutto, e la provincia di Brescia in particolare, sono fra le aree più inquinate d’Europa.