Vai a…

Zefiro online

opinioni da Ponente

RSS Feed

Baby sitter ai migranti, e noi?


Bignami-670x274

Ministero degli Interni e Regione Emilia-Romagna hanno stanziato fondi per pagare babysitter ai migranti che partecipano a corsi di italiano. Le cifre? 18,45 euro per ora di babysitterraggio compiuto in favore dei migranti e 45 euro all’ora per gli insegnanti di italiano che devono svolgere questi corsi riservati ai migranti, per un totale di più di 300 milioni di euro.
La denuncia arriva da Galeazzo Bignami, capogruppo di Forza Italia in Regione, che proprio non ci sta:
“E così mentre voi siete dei lavoratori o avete un’urgenza e non potete contare sull’aiuto dei parenti o al contrario dovete voi assistere dei parenti ed il babysitter ve lo pagate da soli, la Regione Emilia-Romagna ed il Ministero degli Interni si premurano di pagarlo ai migranti”.
Bignami commenta così la continua discriminazione contro gli italiani che si vive da davvero troppi anni. In uno dei tanti video di denuncia che pubblica sui social dice la sua, senza filtri, senza mezzi termini: “sarebbe da ridere se non fosse che invece si tratta appunto di delibere e bandi indetti dalle nostre, chiamiamole così, istituzioni. Tutto questo a prescindere che tu sia effettivamente un profugo, basta tu sia arrivato in Italia, magari clandestinamente e magari non ti interessi neppure troppo integrarti ed essere destinato a rimanere nella nostra nazione”.
Il Consigliere regionale si dice preoccupato, a buona ragione, non solo del futuro dell’Italia ma anche del destino di quell’enorme somma di denaro, presa dalle nostre tasche.
Il video finisce preannunciandoci altre “chicche” (se così vogliamo chiamare ulteriori ingiustizie legittimate).
La considerazione che viene spontanea è la coscienza di star vivendo in un periodo dove tutto questo è ormai diventato triste routine e si inizia addirittura ad avere l’amara consapevolezza che accadimenti del genere non facciano quasi neanche più notizia. E davanti a tutto questo non possiamo che essere giorno dopo giorno sempre più amareggiati, arrabbiati, increduli; in un mondo che sta andando al contrario, dove le ONG diventerebbero gli scafisti, dove non si distingue il rifugiato politico dal clandestino incorrendo addirittura in sanzioni dritte dritte dall’Unione Europea, dove i migranti diventano una élite fornita di ogni privilegio, dove in nome di un pericoloso buonismo, non fine a se stesso, si sta cercando di svuotare quello che siamo, di sterilizzare le nostre menti ed inculcare idee che si possono ridurre ad un solo principio: “prima loro poi loro”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tags: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

About Redazione