Vai a…

Zefiro online

opinioni da Ponente

RSS Feed

FATTI E OPINIONI

Da Goro riparta la voglia di essere italianicontro le élite che violentano i popoli

di Emanuele Ricucci fonte: Blog Il Giornale I fatti di Goro sono sintomo di un’Italia morente ma non ancora putrescente. Da non sottovalutare. Da non ridurre a capriccio di qualche italiano viziato che gioca a fare i moti del ’48, la ribellione, come il totalitarismo del bel pensiero vorrebbe far credere. Quella stessa che Renzi disconosce:

La geopolitica del Terrore è una lezione mai imparata

di Sebastiano Caputo fonte: Blog Il Giornale Ora che Bruxelles viene colpita con azioni terroristiche organizzate quanto sanguinose, la storia si ripete e trascina con sé l’opinione pubblica nella spirale delle emozioni. Nonostante gli scorsi attacchi di Parigi il circo politico-mediatico commette gli stessi errori di valutazione: c’è chi continua a cantare il ritornello bellicista del

Profughi e terrorismo, il pericolo infiltrazione

fonte: Nella tana del lupo di Giovanni Giacalone Per diverso tempo alcuni giornali, membri delle istituzioni e analisti hanno sistematicamente ribadito che il rischio d’infiltrazione da parte dei terroristi nel flusso di profughi proveniente da Africa e Medio Oriente era praticamente inesistente e che tale ipotesi non era altro che una strumentalizzazione contro l’accoglienza. Ovviamente chi

Rifiuti tossici nella pianura padana. Più rischi che nella terra dei fuochi

Di Ivan Cuocolo fonte: Napolitan La cosiddetta “terra dei fuochi” è diventata una psicosi collettivo-televisiva, sfruttata dall’imprenditoria tosco-emiliano-padana per strappare alla Campania una consistente fetta di mercato agro-alimentare e turistico. In realtà è tutta l’Italia ad essere inquinata: la pianura padana soprattutto, e la provincia di Brescia in particolare, sono fra le aree più inquinate d’Europa.

Ida Magli: “Immigrazione, islamismo e Ue minacciano l’identità italiana”

fonte: Barbadillo.it Ci ha lasciato Ida Magli, antropologa e tra le intellettuali più lucide, coraggiose e controcorrente della cultura italiana degli ultimi decenni. Immigrazione, Mitologia dell’Unione Europea, difesa dell’identità italiana: questi i temi su cui la Magli si è dedicata con passione negli ultimi anni, tenace e inascoltata. Spesso “Storia In Rete.com” ha rilanciato i suoi

“Tornate a casa vostra”. Quando la sinistra sputava sui profughi istriani

fonte: Il Giornale di Giuseppe De Lorenzo Il Pci non conobbe la parola “accoglienza”. Per gli italiani di Pola e Fiume solo odio. L’Unità scriveva: “Non meritano la nostra solidarietà né hanno diritto a rubarci il pane” “Poi una mattina, mentre attraversavamo piazza Venezia per andare a mangiare alla mesa dei poveri, ci trovammo circondati da

Famiglia, unioni civili e dintorni. La sinistra, eterna sapròfita della società

fonte:Destra.it di Pietro Cerullo “Niente come e’, tutto come voglio “: più che un postulato, e’ un assunto della moderna società, non solo italiana. Il punto non è il riconoscimento dei diritti patrimoniali, sociali, e quant’altro, per evitare discriminazioni e/o menomazioni agli omosessuali e alle unioni di fatto. Su questo non mi risulta ci sia

La Svezia blocca i confini ed espelle gli “invitati non invitati“

fonte: Destra.it La Svezia chiude le porte ed inizia ad espellere gli “ospiti” indesiderati.  Una rottura  traumatica nella storia recente del regno scandinavo (noto per la sua liberalità e accoglienza), ma indispensabile:  a causa di politiche errate, la Svezia ha oggi il più alto numero di rifugiati pro capite in Europa; nel 2015 il flusso ha

Post più vecchi››